Italiane e Sempre al passo con i tempi

Giocare a calcio con i tacchetti previene i dolori ai piedi

calciare il pallone

Personalizzare le scarpe da calcio scegliendo la suola con i tacchetti che rispettano la conformità dei piedi e del vostro fisico può fare la differenza sul campo da gioco.

Un giocatore di calcio professionista percorre in media 12 km a partita. Sono circa 6000 i contatti del piede al suolo che sono distribuiti tra la fase di camminamento, di jogging e di sprint.

È del tutto evidente che la maggiore verticalità del piede al suolo si ha proprio nel passaggio dal cammino allo sprint, producendo un notevole carico sul piede. Durante il gioco e soprattutto in fase di contatto con la palla, il giocatore è sottoposto ad altri carichi.
Oltre ai carichi verticali, il piede del giocatore è soggetto ad altre forze durante le varie manovre e all’impatto con la palla. In questa fase un ruolo determinante nel migliorare le prestazioni di manovra sul campo, la svolgono i tacchetti, presenti sotto la suola delle scarpe di calcio.
I tacchetti nascono e si perfezionano per migliorare ed eventualmente alleggerire i carichi sui piedi, ma sui campi duri, non potendo penetrare il suolo e non permettendo un adeguato movimento al contrario amplificano il carico verticale sopportato dalla pianta del piede.

Non è un caso che già studi risalenti a circa 10 anni fa abbiano evidenziato che tra i giocatori di calcio le aree più dolorose del piede corrispondevano alla zona dei tacchetti, malgrado non sia ancora stata evidenziata una ferma relazione tra pressione dei tacchetti e traumi.